Mikael

Mikael Raimondo, nato il 02/10/1980 a Imperia e residente a Genova, laureato in architettura ed ingegneria classe 4M nel 2008 con una tesi concorso che ha ottenuto il primo premio con il titolo: “Concorso per la trasformazione e valorizzazione di un fabbricato abbandonato in un polo museale per l’illustrazione dell’attività sull’acqua e sul gas della società Iren/Amga nel comune di Genova”. Iscrizione all’Ordine degli architetti e paesaggisti della provincia di Genova nel 2011 al n° 4181.  Negli anni a seguire approfondisce le tematiche della sostenibilità ambientale in relazione al costruito (Corso avanzato di Casaklima di Bolzano) e sull’uso di software BIM quale Revit per la progettazione integrata. Nel 2010 viene premiato, in collaborazione con altri colleghi, per il progetto urbanistico per la valorizzazione e omologazione degli accessi alla città di Ovada. Dopo l’abilitazione collabora con lo studio di architettura Garretti Associati di Milano e con l’architetto Ferrazzini Giovanni di Genova. Dal 2011 al 2016 partecipa all’attività dei suddetti studi per progetti quali a titolo esemplificativo Energy park – Vimercate (Mi): Il progetto comprende un vasto parco tecnologico e diversi edifici tra i quali, il primo edificio produttivo realizzato risulta adibito ad uffici/laboratori con elevato pregio architettonico e fregiato per primo in Italia di Certificazione LEED. Gli altri edifici, in fase di progettazione e realizzazione hanno le stesse caratteristiche architettoniche ma diversa conformazione. Complesso residenziale Ex Sieroterapico: complesso residenziale di diverse metrature di abitazioni con ampi spazi verdi e interessanti volumetrie, uso di materiali innovativi e certificato energetico in classe B. Cambio di destinazione d’uso e valorizzazione del parco della cascina Argelati di Milano. Dal 2016 esercita la libera professione in forma autonoma e la sua attività si concentra sul tema della valorizzazione del patrimonio esistente nonché sul tema della rigenerazione urbana sia in ambito privato che in ambito pubblico. L’attività svolta negli anni ha interessato ambiti storici architettonici di pregio quali alcuni fabbricati all’interno del centro storico cittadino genovese e le necessarie e opportune attività presso la Soprintendenza ai beni architettonici; sia in ambiti di nuova edificabilità con interventi di ampliamenti di fabbricati o di realizzazione di nuovi. In questi anni sono state affrontate differenti tematiche: cambi di destinazione d’uso di tipo commerciale come aperture di esercizi o di tipo abitativo, realizzazione di unità abitative tramite sopraelevazioni, recuperi di manufatti diruti, ampliamenti e valorizzazione delle aree private fino alle sanatorie e pratiche edilizie. Tra gli studi e approfondimenti post laurea di rilievo si sottolinea quanto effettuato per la valorizzazione in termici economici del bene immobile sia di proprietà privata che pubblica con un approccio all’analisi dello stato dei luoghi e del suo contesto. Stime e consulenze di parte nonché d’ufficio, pratiche catastali e certificati energetici, invio telematico per detrazioni fiscali del 55% e certificati  di agibilità. Progetti di rilevanza per la loro complessità o per la loro distinzione in termini di rara occasione si menziona il progetto per la realizzazione di un locale commerciale nel centro storico di Genova, al piano terreno di un edificio di epoca medievale interamente soggetto a vincolo monumentale o il progetto e la relativa realizzazione di una piscina privata all’interno di un giardino realizzato da terra di riporto nell’imperiese.  Nel 2017 inizia il progetto Micocca design con i colleghi Cerminara e Amato con i quali tutt’ora esercita l’attività. Qui di seguito alcune occasioni attraverso le quali lo studio ha presentato i propri lavori: nel 2015 Idee progettuali di economia circolare per lo sviluppo green del territorio 5/6 ottobre, presso Confindustria Genova – progetto I ReDo with plastic : il progetto prevede un uso circolare del rifiuto plastico (bottigliette) all’interno dell’area del Porto Antico di Genova e la formazione di gadget per mezzo della stampa 3D da rivendere in loco. Nel 2017 partecipazione alla 57 salone nautico di Genova con la sponsorizzazione tramite fornitura di accessori per standiste e invito a partecipare alla conferenza stampa dedicata al progetto di trasformazione della plastica in materiale di riuso per la realizzazione di oggetti di design contemporaneo. Nel 2018 realizzazione di nuovi oggetti di design esposti alla prima rassegna del design di Genova DiDe – Design Week: idea di creare nuovi elementi di arredo mediante una composizione tra punti, linee e superfici. Amante dell’ambiguità nelle costruzioni volumetriche e nella compenetrazione dei solidi che generano anomale gerarchie e differenti e inaspettati punti prospettici. Giocatore di scacchi.